lunedì 27 aprile 2015

LE FOTO CONTRAFFATE DEGLI SCHELETRI GIGANTI



Premessa
...Negli ultimi anni il web è diventato una giungla in cui è sempre più difficile distinguere la realtà dalla falsificazione. Questo fenomeno è da attribuirsi principalmente a due cause. Da un lato ci sono i furbetti che falsificano la realtà per ricavarne un guadagno economico, dall'altro c'è il pubblico che condivide ingenuamente notizie infondate o immagini falsificate, scambiandole per veritiere. Ogni volta che vi capita di cliccare sopra una pubblicità qualcuno da qualche parte, in Italia o nel Mondo, sta guadagnando qualche centesimo di euro per il vostro "clic". E' chiaro che un singolo "clic" è trascurabile in termini di guadagno, ma le pagine che arrivano a contare migliaia di visite giornaliere riescono a ricavare cifre interessanti dagli introiti pubblicitari, grazie ad un maggior numero di "clic" sugli annunci. Tante persone non sono consapevoli che esistono un gran numero di siti specializzati nel comporre notizie che non sono altro che specchietti per le allodole e che il loro unico scopo è quello di attirare pubblico sul sito, in modo che il lettore possa finire volontariamente o accidentalmente su qualche pubblicità. Per farlo usano i modi più disparati, tra cui: titoli sensazionali ed immagini contraffate. Questo è un fenomeno che non riguarda soltanto la categoria dell'ignoto, ma si estende un po' a tutte gli ambienti. Col passar degli anni la falsificazione ha saturato il web di falsi miti, bufale e leggende metropolitane, contaminando in maniera quasi irreparabile la categoria dell'ignoto. So per certo che la storia, ed il mondo che ci circonda, sono pieni di eventi o di fenomeni inspiegabili, dunque è giusto indagarli ed informare le persone riguardo la loro reale esistenza. Ma per quanti che possano essere gli eventi misteriosi reali, le bufale in circolazione saranno sempre cento volte di più, facendo si, che anche laddove il mistero esista veramente, questo risulti totalmente screditato da un'ambiente generale di poca serietà...
Manuel di Civiltà antiche e antichi misteri


Fotomontaggio pubblicato dal sito
http://fx.worth1000.com/Pagina in cui è pubblicata
l'immagine link
Le immagini di questo articolo sono ormai un vero e proprio classico tra le pagine dedicate al mistero (quelle poco serie aggiungerei). Nonostante l'origine di queste immagine sia ormai nota, e come potrete immaginare non provengono da reali scavi archeologici, continuano a spuntare come funghi tra le pagine web. Da un lato la colpa è anche di tante persone che prendono per vero tutto ciò che vedono o leggono, senza apporre un minimo di senso critico, un po' per distrazione e un po' perché infondo a tutti piace credere ad altre realtà. Ci tengo a precisare che lo scopo di questo articolo non è dimostrare che i giganti non sono mai esistiti sul pianeta, anche perché come ho accennato nell'articolo LA LUNGA STORIA DELL'UOMO anche la storiografia ufficiale ci conferma che in passato tra i nostri antenati sono esistite alcune popolazioni di "giganti".
Fotomontaggio pubblicato dal sito
http://fx.worth1000.com/Pagina in cui
è pubblicata l'immagine link

Secondo il professor Lee R. Berger dell'Università di Witwatersrand, le ossa fossilizzate di Homo heidelbergensis risalenti a un periodo compreso tra i 500.000 e i 300.000 anni fa, ritrovate sulla costa del Sud Africana, dimostrano che alcuni gruppi di questa specie erano "giganti", con un'altezza media di circa 213 cm. Certo non si tratta dei leggendari giganti descritti nella Genesi bibilica, ma è comunque un dettaglio interessante. Senza considerare l'infinità di immagini false, non saprei dire se in passato siano esistiti veramente uomini più alti di 2 metri e mezzo, la letteratura e i ritrovamenti archeologici a questo riguardo sono molto confusi e controversi. Di certo non sottovaluto le parole scritte nella Genesi, consapevole che il mito generalmente nasce sempre da una radice storica. Ho scritto questo articolo per far comprende alla persone che bisogna tenere sempre un atteggiamento critico nei confronti di tutto ciò che si legge, perché le bufale sono sempre in agguato. Le foto che ho mostrato in questo articolo sono state pubblicate su centinaia di siti in tutto il mondo per dimostrare che in antichità i giganti hanno abitato il pianeta, in realtà queste immagini hanno fatto la loro prima comparsa su un sito dedicato alle elaborazioni fotografiche http://fx.worth1000.com/ e più precisamente nella categoria denominata “Archaeological Anomalies”.  Altre invece sono di origine sconosciuta, ma il ritocco fotografico è altrettanto evidente ad un occhio attento ed abituato a gestire programmi di elaborazione fotografiche (come faccio io ogni giorno). Alcuni di voi sicuramente conoscevano già questo inganno ma se ho scritto questo articolo è perchè continuo a vedere persone che pubblicano o condividono foto. 

Fotomontaggio pubblicato dal sito

http://fx.worth1000.com/Pagina in cui è pubblicata

l'immagine link



Fotomontaggio pubblicato dal sito
http://fx.worth1000.com/Pagina in cui è pubblicata
l'immagine link
Manuel di Civiltà antiche e antichi misteri