venerdì 21 agosto 2015

ORIENTAMENTO ASTRONOMICO DEL TEMPIO DEL SOLE DI MACHU PICCHU




Tempio del Sole "El torreon".
Il Tempio del Sole ha una pianta semicircolare che si affaccia sul lato orientale e per via della sua forma è stato soprannominato "El Torreon". Composto da blocchi finemente lavorati  è stato costruito sopra una grande roccia affiorante dal terreno. La posizione anomala della grande roccia su cui poggia il tempio potrebbe far pensare che sia stata in qualche modo collocata in quella posizione. Anche se questa sembra ipotesi audace non bisogna dimenticare che gli uomini che hanno costruito questo tempio sono gli stessi che hanno spostato gli enormi blocchi della fortezza di SACSAYHUAMAN a Cuzco. Ai piedi della roccia si trova un piccola grotta, al cui interno sono state realizzate delle nicchie che probabilmente fungevano da santuario. Anche se non vi fu mai rinvenuta alcuna mummia, Hiram Bingham battezzò questa cavità "Tomba Reale", ipotizzando che fosse il sepolcro che conteneva le spoglie del sovrano Inca figlio del Sole.
Al centro dell'edifico semicircolare posto sulla parte superiore del tempio, si trova una pietra sacra che fungeva da altare. Questo ambiente era dedicato ad Inti (il Sole), si tratta di un osservatorio solare orientato con il solstizio d'inverno del 21 giugno (in Perù le stagioni sono invertite). Sulla parete semicircolare ci sono due finestre, una orientata leggermente verso nord est e l'altra verso sud est. La finestra nord-est è orientata precisamente con il sorgere del Sole nel giorno del solstizio invernale. La mattina del 21 giugno, appena il Sole spunta dalle montagne orientali, i raggi del Sole passano dalla finestra proiettando la sua sagoma sulla pietra sacra. In questo giorno la luce del Sole, è perfettamente parallela ad un'intaglio scolpito sulla pietra.
Durante la visita al Tempio del Sole il mio accompagnatore mi ha fato notare la presenza di alcune protuberanze all'esterno della parete semicircolare. Mi ha spiegato che alcune di quelle poste sul lato sud servono per indicatori equinoziali.
Tempio del Sole, lato sud, allineamento
solare durante gli equinozi.
Durante gli equinozi, quando il Sole è alto nel cielo, le protuberanze proiettano delle lunghe ombre che scendono fino alla base della grande roccia sulla quale poggia il tempio, qui vanno a combaciare con delle scanalature intagliate nella parete. Questo avviene con precisione soltanto due volte all'anno, nei giorni degli equinozi, il 20 marzo e il 23 settembre (queste date sono soggette a piccole variazioni nell'arco degli anni). Sebbene i solchi possano sembrare una scala scolpita sulla parete non è cosi', in quanto non conducono da nessuna parte. Sul web non ho trovato immagini relative a questo fenomeno, quindi mi riservo il beneficio del dubbio, confidando pero' nelle parole del mio accompagnatore. Effettivamente protuberanze come queste si possono trovare anche ad Ollantaytmbo e a CUZCO, dove hanno senza alcun dubbio un'orientamento astronomico dato che durante gli equinozi o solstizi creano effetti di luce particolari.


Manuel di Civiltà antiche e antichi misteri



LEGGI ANCHE:

Sostieni Civiltà antiche e antichi misteri...



Questo articolo appartiene a CIVILTA' ANTICHE E ANTICHI MISTERI.
Per riprodurre questo articolo è necessario il consenso di "Civiltà antiche e antichi misteri".