domenica 27 settembre 2015

GEOGLIFO DI PARACAS E ISOLE BALLESTAS



Il Candelabro di Paracas è un grande geoglifo che è stato realizzato scavando il terreno e la roccia fino a due metri di profondità. Si trova in Perù, sulla costa desertica che si affaccia sull'oceano Pacifico, nelle vicinanze del piccolo paese di pescatori di Pisco. E' stato datato al 200 a.C. in base ad alcuni artefatti rinvenuti nella zona riconducibili alla civiltà di Paracas, anche se molti credono che possa essere anche più antico. Per via della sua forma è stato chiamato "candelabro di Paracas", ma  lo scopo e il significato di questa forma rimane sconosciuto. Sono state fatte molte ipotesi a riguardo a questo geoglifo che ricorda le non molto distanti LINEE DI NAZCA, secondo alcuni si tratta di un simbolo divino, per altri è uno strumento di navigazione utilizzato dagli antichi marinai. Il candelabro di Paracas è lungo circa 180 metri e si trova sopra una collina, a un centinaio di metri sopra il livello del mare, per questo motivo può essere avvistato dal mare fino a una distanza di 12 miglia dalla riva.
In Perù si dice che i conquistadores credettero che il geoglifo rappresentava la Santissima Trinità e lo presero come un buon auspicio e un segno a procedere con la loro missione di conquista territoriale e religiosa, anche se non esistono documenti storici per autenticare questa affermazione. Oggi il "Candelabro" si trova all'interno della riserva marina di Paracas a dieci minuti di navigazione dalle bellissime Isole Ballestas. Le Isole Ballestas sono un gruppo di piccole isole al largo della città di Pisco che costituiscono un importante santuario per la fauna marina con una gran varietà di uccelli marini ed altri animali, come ad esempio i pinguini di Humboldt e due varietà di pinnipedi (le otarie orsine e i leoni marini).