venerdì 27 marzo 2015

I TESTI DELLE PIRAMIDI



L'ALDILA' CELESTE DAI TESTI DELLE PIRAMIDI <---ipertesto in formato pdf 
Il testo è stato condiviso da http://dspace.unive.it/bitstream/handle/10579/2759/818460-1165167.pdf?sequence=2, ho condiviso solo a scopo dimostrativo, informativo, critico e per interesse pubblico.Tutti i diritti appartengono all'autore. Non sono proprietario di questi contenuti.Con queste condivisioni non si intende compiere alcuna violazione del copyright

Aggiungi didascalia
Tratto dall'introduzione al testo
Alla fine del III Millennio a.C. ci fu l’introduzione di formule magico–religiose e rituali all’interno delle piramidi, dove infatti troviamo iscrizioni non solo sui muri dei corridoi, ma anche all’interno delle camere. Questi incantesimi costituiscono la raccolta scritta di formule magico–religiose più antica dell’Antico Egitto ed hanno al loro interno molteplici elementi derivanti da diversi periodi: sono infatti presenti anche credenze della fase predinastica tramandate oralmente. Per la loro localizzazione prendono il nome di Testi delle Piramidi" e il primo faraone a farne uso all’interno del proprio monumento funebre fu Unis, ultimo faraone della V dinastia. Questi testi sono una raccolta di formule funerarie atte a garantire la rinascita del faraone nell’Aldilà.




Questo è un collegamento a un sito esterno, è solo a scopo dimostrativo, informativo, critico, intrattenimento per interesse pubblico.Tutti i diritti appartengono all'autore. Non sono proprietario di questi contenuti.Con questa condivisione video non si intende compiere alcuna violazione del copyright.